Peperoni arrostiti in salsa di pomodoro

Da quando ho scoperto che i peperoni arrostiti li digerisco con facilità se abbinati al pomodoro piuttosto che al limone, li preparo volentieri. Per poterli arrostire, faccio molto in fretta cuocendoli in forno. Appena pronti li esco dal forno e avvalendomi dell’esperienza delle nonne, le introduco per un poco dentro un sacchetto di carta cospargendoli di sale, così facendo facilito l’eliminazione della pellicina esterna.

Ingredienti:

peperoni-al-forno.jpg

 

  • 4 peperoni
  • 2 pomodori ben maturi
  • olio extravergine
  • 1 spicchio aglio(facoltativo)
  • 1 peperoncino

 

Lavate i peperoni e poneteli in una teglia che passerete in forno già caldo a 180°

peperoni-al-forno.1.jpg
A metà cottura rigirateli con l’aiuto di una pinza, facendo attenzione a non bruciarvi.
peperoni-al-forno.21.jpg
peperoni-al-forno.3.jpg
Appena i peperoni sono pronti, toglieteli dalla teglia passandoli in un sacchetto che chiuderete in attesa di poterli pelare, cioè quando si saranno intiepidite.
peperoni-al-forno.4.jpg
Eliminate la pelle esterna dei peperoni e i semi, riducete i peperoni a filetti.
peperoni-al-forno.5.jpg
Condite i peperoni con la polpa schiacciata dei pomodori cotti al forno o in un pentolino, e privati della pelle. Aggiungete 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e, se lo gradite, alcuni pezzetti di peperoncino fresco e uno spicchio di aglio. Regolateli di sale.
peperoni-al-forno.6.jpg

Ope fritte

Le ope fatte semplicemente fritte nonostante la frittura risultano leggere perchè le squame verranno asportate solo al momento del consumo, eliminando così la parte fritta. Naturalmente le ope dovranno essere molto fresche, sarà facile capirne la freschezza perchè come tutti i pesci azzurri è facilmente deteriorabile.

ope.jpg

 

Ingredienti:

  • ope fresche
  • farina
  • olio per friggere
Eviscerate e lavate le ope, e dopo averle ben sgocciolate passatele nella farina.
ope-fritte.jpg
Friggetele in olio caldo, rigirandole da ambo i lati.
ope-fritte-1.jpg
ope-fritte-2.jpg
Adagiate il pesce fritto su carta cucina
ope-fritte-3.jpg
per poi trasferirlo su piatto da portata accompagnandolo con fettine di limone e ciuffi di prezzemolo.
ope-fritte-4.jpg

Carne grassato con piselli e patate

Tra i piatti tipici siciliani voglio farvi conoscere la ricetta della carne a grassato con patate e piselli che altro non è che una carne in umido chiamata a grassato per la presenza delle patate che sottoposte a lenta cottura rilasciano l’amido che assume un aspetto gelatinoso quasi a confondersi con il grasso della carne. Per una migliore riuscita vi consiglio l’utilizzo di patate a pasta gialla.

carne-grassato-piselli.jpgIngredienti:

  • 1 kg. muscolo spalla vitello
  • 400 gr. piselli
  • 500 gr. patate
  • 1 carota
  • 1 cipolla o cipolletta fresca
  • 2 coste di sedano
  • 1 dado per brodo classico
  • olio extravergine

In un tegame fate appassire con 2 cucchiai di olio: cipolletta e sedano affettati sottilmente e la carota grattugiata

carne-grassato-piselli-1.jpg
carne-grassato-piselli-2.jpg
Aggiungete i pezzetti di carne facendoli rosolare
carne-grassato-piselli-3.jpg
carne-grassato-piselli-4.jpg
Irrorate con un bicchiere di vino bianco
carne-grassato-piselli-5.jpg
e dopo averlo fatto evaporare aggiungete le patate tagliate a tocchetti
carne-grassato-piselli-6.jpg
dopo aver amalgamato il tutto, aggiungete i piselli
carne-grassato-piselli-7.jpg
carne-grassato-piselli-8.jpg
e per continuare la cottura versate il brodo preparato con il dado classico
carne-grassato-piselli-91.jpg
completando la lenta cottura a tegame coperto e fiamma bassa
carne-grassato-piselli-92.jpg
Versate su piatto da portata e servite.
carne-grassato-piselli-93.jpg

Salpa al cartoccio

La salpa è un pesce non da tutti apprezzato perchè ritenuto meno pregiato rispetto ad altri pesci. Vi posso assicurare che se è fresco e cotto nella giusta maniera è molto buono. Di solito l’abbiamo cotto sulla carbonella e condito con il solito salmoriglio: (olio, origano, prezzemolo, aglio, limone), questa volta l’abbiamo cotto al cartoccio avendo cura di non farlo cuocere troppo. Abbiamo avuto il privilegio di acquistarlo freschissimo da un pescatore di Agnone.

salpe-al-cartoccio.jpg

Ingredienti:

  • 1 salpa a persona
  • aglio
  • prezzemolo
  • olio
  • limone
  • sale

 

salpe-al-cartoccio-1.jpg

Eviscerate e lavate il pesce e adagiatelo su foglio di alluminio, inserite nel pesce l’aglio, il prezzemolo e una fetta di limone. Cospargete sul pesce il sale occorrente e irrorate con olio extravergine di oliva e succo di limone. Chiudete bene il cartoccio e passatelo in forno 180° per 15 minuti.

salpe-al-cartoccio-2.jpg

Servire nello stesso cartoccio.

Barchette di uova al tonno

Una ricetta semplice da preparare, con pochi ingredienti, che incontra il gusto di molti. Si presta ad essere presentato in un tavolo buffet per una cena fredda.

barchette-uova-al-tonno.jpg

Ingredienti:

  • 4 uova sode
  • 160 gr. tonno sott’olio
  • 50 gr. maionese
  • un ciuffo di prezzemolo
  • olive e sottaceti per decorare

Sgocciolate il tonno eliminando l’olio contenuto, schiacciatelo con una forchetta.

barchette-uova-al-tonno-1.jpg
Tagliate in due parti ogni uovo,
barchette-uova-al-tonno-2.jpg
e prelevatene i tuorli che amalgamerete insieme al tonno riducendo il tutto in crema.
barchette-uova-al-tonno-3.jpg
Incorporate poi la maionese e il prezzemolo tritato finemente.
barchette-uova-al-tonno-4.jpg
Riempite e colmate i bianchi d’uovo con l’impasto ottenuto e completate decorando a piacere con olive e sottaceti o semplicemente con maionese.
barchette-uova-al-tonno-5.jpg
barchette-uova-al-tonno-6.jpg