Marmellata di arance amare

cucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografate

Dopo aver letto il procedimento piuttosto complicato dell’originaria ricetta per la preparazione della marmellata di arance amare , ho voluto preparare la marmellata di arance amare con la mia semplice ricetta ottenendo un risultato strepitoso, infatti l’ho già preparata due volte a distanza di pochi giorni.
Il procedimento richiede un poco di pazienza per l’aspetto rugoso della buccia e la presenza di numerosi semi, ma la ricetta è accessibile anche a coloro che non familiarizzano con i fornelli.

Le arance amare non si trovano in commercio, ma in qualunque giardino di agrumi si trovano piante che le producono perchè sono le piante utilizzate come portainnesti per molti agrumi.

cucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografate

 

Ingredienti:

1 kg. polpa di arance amare

750 gr. zucchero

 

 

 

Lavate e asciugate le arance, prelevate una parte di bucce (circa 100 gr.) facendo attenzione a escludere la parte bianca, e tagliatele a filettini che farete sbollentare per alcuni minuti. Scolate i filetti di bucce e immergeteli nuovamente in rinnovata acqua bollente. Ripetete l’operazione altre due/tre volte.

cucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografatecucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografate

cucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografatecucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografate

Eliminate dalle arance la parte bianca che avvolge la polpa e eliminate i numerosi semi, mentre riducete a pezzetti la polpa di arance.

cucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografatecucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografate

Raccogliete e pesate il succo e la polpa delle arance, quindi ponete in una casseruola lo zucchero (750 gr. per un Kg. di polpa e succo di arance), le bucce sbollentate e la polpa di arance.

cucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografatecucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografate

Iniziate la cottura della marmellata che si protrarrà mediamente intorno a 40/45 minuti, durante la cottura eliminate eventuali semi sfuggiti al primo controllo che saranno facilmente individuabili perchè vengono in superficie. Mescolate spesso la marmellata senza schiumarla (io non lo faccio mai perchè ritengo inutile eliminare una parte di zucchero), tanto la schiumosità che si crea viene riassorbita durante la cottura.

cucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografatecucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografate

cucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografatecucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografate

Fate la prova piattino per accertare l’avvenuta cottura tenendo presente che questa marmellata rispetto ad altre ha la caratteristica di addensarsi maggiormente quando si raffredda.

cucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografatecucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografate

Riempite i barattoli puliti e asciutti, chiudeteli e teneteli capovolti per alcune ore.

cucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografatecucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografate

La marmellata così ottenuta può essere gustata subito, ma diventa ancora più buona dopo un periodo piuttosto breve di riposo.

cucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografate

cucina,ricetta,ricette,ricette marmellate,marmellata arance amare,ricette fotografate

Marmellata di arance senza bucce

Dopo avervi fornito la ricetta della marmellata di arance con le bucce, oggi  voglio proporvi la marmellata preparata con la sola polpa di arance, senza quindi utilizzare le bucce che conferiscono un pizzico di retrogusto amarognolo non da tutti gradito. Questa ricetta vi consente di ottenere una marmellata di arance molto raffinata che vi consiglio di provare. La dose di zucchero che indico è necessaria per evitare la formazione di muffe durante il periodo di conservazione che potrà essere piuttosto lungo. Io mi ritrovo ottime marmellate preparate l’anno precedente. Importante è disporre di arance appena raccolte per trasferire nei barattoli il massimo della fragranza.

marmellat-arance.jpg

Ingredienti:

1 kg. polpa di arance

800 gr. zucchero

 

 

 

 

Con un coltello affilato sbucciate le arance eliminando anche la pelle bianca. Liberate gli spicchi dalla pellicina (come da foto).

marmellata-aranc-s.b..jpg

 Pesate quindi la polpa di arance ottenuta, versatela in pentola aggiungendo 80 gr. di zucchero per ogni 100 gr. di arance.

marmellata-arance-s.b..jpg

Mescolate i due ingredienti,  portate a ebollizione a fuoco moderato  e lasciate cuocere piano, senza aggiungere acqua, ma rigirando spesso per almeno mezz’ora o fino a che una goccia lasciata cadere su un piattino inclinato si coagulerà rapidamente.

marmellata-arance-s.b.-1.jpgVersate la marmellata ancora calda nei vasi (possibilmente sterilizzati e asciugati), chiudeteli ermeticamente tenendoli capovolti per alcuni minuti.

marmellata-arance-s.b.2.jpg

Marmellata di limoni senza bucce

Dopo la tradizionale marmellata di limoni che riscuote molto successo sul blog, Vi propongo la versione senza bucce. Quest’anno sto preparando marmellate di ogni tipo principalmente di agrumi che abbondano nel mio piccolo giardino. Sono sicura del prodotto biologicamente coltivato e inoltre recupero dei frutti che altrimenti andrebbero sciupati se non consumati in breve tempo.

marmellata-limoni-s.b..jpg

Ingredienti:

500 gr. polpa di limone

500 gr. zucchero

100 gr. acqua

 

marmellata-limoni-s.b.1.jpg

Sbucciate i limoni eliminando la pelle bianca che le ricopre, quindi con un coltello ben affilato e a punta separate gli spicchi dalla loro pellicola, lavoro che dovrete fare con maestria e pazienza.

marmellata-limoni-s.b.2.jpg

Finita questa fase di lavorazione pesate la polpa ricavata e ponetela in pentola marmellata-limoni-s.b.3.jpg

aggiungendo acqua nella misura di 20 gr. per ogni 100 gr. di polpa

marmellata-limoni-s.b.4.jpg

e zucchero stesso peso della polpa.

marmellata-limoni-s.b.5.jpg

 

Portate a ebollizione e schiumate la superficie servendovi della schiumarola.

marmellata-limoni-s.b.7.jpg

Continuate la cottura a fuoco vivo girando spesso con un mestolo in legno.

marmellata-limoni-s.b.8.jpg

Appena riterrete di aver raggiunto la giusta consistenza, che potrete verificare quando vedrete scorrere lentamente una goccia di marmellata fatta cadere su un piattino inclinato, la marmellata sarà pronta.

Fate attenzione comunque al colore, dovrà restare chiaro, quindi se accenna a scurirsi è segno che la cottura è già avvenuta.

Tenete presente che la marmellata di limoni a fine cottura si presenta più fluida delle altre marmellate e tende a solidificarsi maggiormente durante la fase di raffreddamento.

marmellata-limoni-s.b.9.jpg

Versatela nei vasi (sterilizzati in acqua bollente) che chiuderete ermeticamente.

marmellata-limoni-s.b.91.jpg

marmellata-limoni-s.b.92.jpg

Marmellata mandarini con fruttosio

Se per esigenze dietetiche siete costrette a non consumare zucchero, potrete preparare un’ottima marmellata di mandarini (ma anche di altra frutta), utilizzando il fruttosio. Naturalmente dovrete tener conto che il fruttosio dolcifica circa il 30% in più rispetto allo zucchero.

marmellata-mandarini-con-fr.jpg

Le mie dosi sono queste:

1 kg. mandarini

500 gr. fruttosio

 

marmellata-mandarini-frutto.jpgBasterà seguire lo stesso procedimento della ricetta marmellata di mandarini già pubblicata, sostituendo lo zucchero con il fruttosio nelle dosi qui indicate.

Marmellata di limoni

Questa è la mia ricetta di marmellata di limoni pienamente riuscita. Vi raccomando di non cuocerla troppo per non rischiare di farla addensare eccessivamente. La sua fluidità a caldo si trasforma particolarmente quando si raffredda.

ricetta-marmellata-limoni.jpgIngredienti:

1 Kg. limoni

1 Kg. zucchero

200 gr. acqua

ricetta-marmellata-limoni-..jpgSbucciate i limoni eliminando la parte bianca e gialla della buccia,

marmellata-limoni.jpgtagliate a fettine sottili la polpa, eliminando eventuali semi, e a fiammifero la buccia di 2 limoni.

marmellata-limoni-..jpgPreparate la quantità di zucchero pari peso di polpa e bucce, da utilizzare per la cottura.

marmellata-limoni-,.jpgIn un pentolino versate in acqua bollente le bucce ridotte a fiammifero e dopo 10 minuti scolatele e ripetete l’operazione altre 2 volte, così le bucce perderanno l’amaro che le caratterizza.

marmellata-limoni--.jpgVersate in una pentola lo zucchero, i limoni, le bucce sbollentate e acqua nella misura di 200 gr. per 1 kg di limoni.

marmellata-limoni---.jpgCuocete per circa mezz’ora accertandovi con la prova piattino che la marmellata abbia raggiunto la giusta consistenza. Bisogna tener conto che rispetto ad altre marmellate quella di limoni addensa di più raffreddandosi.

marmellata-limoni-.-.jpgRiempite i barattoli, chiudeteli bene capovolgendoli per un pò.

marmellata-limoni--..jpgLa marmellata così preparata si presta a una lunga conservazione.