Iris siciliani alla crema

Gli iris siciliani alla crema sono pezzi da colazione  fritti veramente squisiti, croccanti e morbidi allo stesso tempo. Un vanto della rosticceria tipica siciliana.

E’ facile farli a casa, anche perché possono essere preparati con i panini al latte acquistati già pronti. Quella che vi indico è la tecnica da seguire per ottenere degli eccellenti iris. Le creme sarà opportuno prepararle il giorno prima ricoprendole con pellicola per non farle asciugare in superficie, perché dovranno essere fredde al momento di inserirle nel ripieno dei panini.

Ingredienti:

iris.jpgpanini al latte

crema bianca

crema cioccolato

latte

pangrattato

olio di semi

 

 

Preparare le creme come da ricette già pubblicate e lasciatele raffreddare:

Nella parte inferiore dei panini incidete un dischetto di crosta e mettetelo da parte. Dall’interno del panino asportate la mollica con molta delicatezza facendo attenzione a non rompere la crosta del panino.

iris-5.jpg
Farcite i panini con la crema al cioccolato o bianca e riposizionate il tassello per sigillare il panino.
iris-6.jpg
Passate velocemente i panini nel latte e poi nel pangrattato per creare la panatura che renderà croccante la parte esterna degli iris, mantenendo morbido il ripieno di crema.
Per distinguere il tipo di ripieno eliminate un cerchietto di pangrattato dal centro della superficie dell’iris ripieno di crema bianca.
iris-7.jpg
Friggeteli in abbondante olio di semi e passateli man mano su carta assorbente.
iris-8.jpg
Servite gli iris ancora caldi ma non troppo per evitare le scottature, saranno buoni anche freddi.
iris-92.jpg

Crispelle di ricotta e di acciughe

Le crispelle di ricotta e di acciughe sono una specialità catanese che fa parte della rosticceria spesso consumata come piatto unico. Ne facciamo un largo uso durante tutto il periodo della produzione della ricotta, non possono mancare dove c’è una festa di piazza. E’ coinvolgente osservare i crispellai che con grande maestria e rapidità riescono a prepararne un grande numero in men che non si dica, per questo sono forniti di enormi recipienti per la frittura. Qualcuno sostiene che la frittura debba essere fatta in 2 tempi,  infatti ho notato che il secondo ciclo di frittura le rende molto più croccanti all’esterno.

Ingredienti:

ricetta crispelle.jpg500 gr. farina 00

13 gr. lievito di birra

sale q.b.

400 gr. ricotta

qualche filetto di acciuga

1 pizzico di zucchero

ricetta-crispelle ..jpgIn una ciotola versare la farina con il sale e appena un pizzico di zucchero, mettere al centro il lievito sciolto in poca acqua calda, cominciare ad amalgamare aggiungendo man mano acqua calda fino ad ottenere un impasto fluido ed omogeneo. Riporre in luogo caldo per la lievitazione.

Appena l’impasto è pronto (dovrà essere molto elastico) riscaldare l’olio abbondante, meglio se in friggitrice, ungersi le mani e prendere un pò di impasto sul palmo della mano, aggiungere una cucchiaiata di ricotta (ben sgocciolata, è preferibile acquistarla il giorno precedente). Con movimenti veloci ricoprire la ricotta con l’impasto creando una palla da passare man mano nell’olio ben caldo. Con lo stesso procedimento si preparano quelle con il filetto di acciuga che ovviamente assumeranno una forma allungata.

Per la buona riuscita delle crispelle di ricotta e di acciughe è importante non lasciare scoperto il ripieno, per evitare la fuoruscita durante la cottura.

 

crispelle-ricotta-acciughe.jpgAppena le crispelle saranno leggermente dorate uscirle dall’olio poggiandole su carta assorbente. Finiti gli ingredienti ripassare  le crispelle nell’olio caldo fino a completa doratura,  operazione necessaria per renderle croccanti.

Sarà una piccola impresa, ma alla fine il risultato sarà molto soddisfacente.