Spaghetti o linguine con le telline

Le telline prima di essere consumate dovrete farle spurgare per eliminare la sabbia che contengono all’interno e per fare ciò basta tenerle per diverse ore immerse , all’interno di un colapasta, in una ciotola contenente acqua di mare o acqua salata. Dopo averle sgocciolate saranno pronte per essere cucinate, oppure potrete racchiudere le telline in un canovaccio umido e riporle in frigo per qualche giorno.

Ingredienti:

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,come conservare le telline,ricetta illustrata,ricetta marinara,

  • telline
  • aglio
  • prezzemolo
  • polpa di pomodoro
  • pepe nero e/o peperoncino
  • vino bianco
  • olio extravergine di oliva

 

Fate dorare uno spicchio di aglio in una padella in cui avete versato 2 cucchiai di olio,

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,come conservare le telline,ricetta illustrata,ricetta marinara

aggiungete le telline e mescolatele delicatamente avendo cura di tenere molto bassa la fiamma. Così facendo le telline apriranno il loro guscio.

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,come conservare le telline,ricetta illustrata,ricetta marinara

Incorporate una manciata di prezzemolo tritato, del pepe nero macinato e alcuni pezzetti di peperoncino, irrorate con una spruzzata di vino bianco.

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,come conservare le telline,ricetta illustrata,ricetta marinara

Appena il vino sarà evaporato, aggiungete i pezzetti di polpa di pomodoro (fresco o in lattina)

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,come conservare le telline,ricetta illustrata,ricetta marinara

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,come conservare le telline,ricetta illustrata,ricetta marinara

Tutta l’operazione richiede una breve cottura affinchè le telline restino morbide e gustose.

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,come conservare le telline,ricetta illustrata,ricetta marinara

Potrete servirle così, oppure mondatele pazientemente (del tutto o in parte) per condire gli spaghetti o meglio ancora le linguine che a mio parere assorbono meglio i sapori del condimento.

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,come conservare le telline,ricetta illustrata,ricetta marinara

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,come conservare le telline,ricetta illustrata,ricetta marinara

Scaloppine di vitello

La ricetta delle scaloppine di vitello è molto semplice e veloce da realizzare. Il loro gusto delicato le rende molto apprezzabili. Per ottenere ottime scaloppine è necessario disporre di fettine tenere.

cucina,ricetta,ricette,ricette carne,ricetta illustrata,scuola di cucina,come cucinare le fettine di vitello,

Ingredienti:

  • 600 gr. fettine di vitello
  • farina
  • 1 cipolla
  • 1/2 bicchiere vino bianco
  • olio extravergine di oliva
  • 2 foglie di alloro (facoltative)

 

 Affettate sottilmente la cipolla e fatela rosolare in padella con 2 cucchiai di olio extravergine. Tenete la cipolla da parte, vi servirà dopo.

cucina,ricetta,ricette,ricette carne,ricetta illustrata,scuola di cucina,come cucinare le fettine di vitello

Infarinate le fettine di vitello e poi passatele in padella per farle dorare leggermente da ambo i lati. Ricomponete in padella le scaloppine di vitello versando sulle stesse la cipolla dorata prima.

Irrorate le scaloppine con una spruzzata di vino bianco che farete evaporare durante la cottura che si protrarrà per 5 minuti ancora, con la padella semicoperta.

cucina,ricetta,ricette,ricette carne,ricetta illustrata,scuola di cucina,come cucinare le fettine di vitello

cucina,ricetta,ricette,ricette carne,ricetta illustrata,scuola di cucina,come cucinare le fettine di vitello

cucina,ricetta,ricette,ricette carne,ricetta illustrata,scuola di cucina,come cucinare le fettine di vitello

cucina,ricetta,ricette,ricette carne,ricetta illustrata,scuola di cucina,come cucinare le fettine di vitello

cucina,ricetta,ricette,ricette carne,ricetta illustrata,scuola di cucina,come cucinare le fettine di vitello

cucina,ricetta,ricette,ricette carne,ricetta illustrata,scuola di cucina,come cucinare le fettine di vitello

Trasferite le scaloppine su piatto da portata e servitele calde.

cucina,ricetta,ricette,ricette carne,ricetta illustrata,scuola di cucina,come cucinare le fettine di vitello

Pasta con alici e piselli

Questa ricetta è una delizia facente parte della tradizione culinaria siciliana tramandata da mia nonna che la preparava solo nel periodo in cui venivano raccolti i piselli; adesso è possibile prepararla in ogni momento dell’anno grazie agli ottimi piselli surgelati che si trovano in commercio. Per le alici non avrete problema a reperirle perchè vengono pescate tutto l’anno, come del resto tutto il pesce azzurro. Questa pietanza può considerarsi piatto unico per gli ingredienti che la compongono.

pasta-alici-piselli.jpg

Ingredienti:

  • 800 gr. alici
  • 1 cipolla
  • 500 gr. piselli
  • olio extravergine
  • sale
  •  350 gr. pasta corta

 

 

 

Pulite le alici ed eliminate le teste e le lische. Lavatele e tenetele da parte lasciandole a sgocciolare.

Affettate sottilmente la cipolla (nel periodo in cui è possibile vi consiglio di usare cipolletta fresca che dà alla pietanza un sapore più delicato), e versatela in un tegame in cui avrete riscaldato 2 cucchiai di olio.

pasta-alici-e-piselli.jpg

Appena la cipolla si sarà ammorbidita aggiungete i piselli e

pasta-alici-e-piselli-1.jpg

quasi subito un bicchiere di acqua. Salate, e coprite il tegame per continuare la cottura.

pasta-alici-e-piselli-2.jpg

A cottura quasi ultimata dei piselli (non dò un tempo di cottura perchè variabile a seconda del tipo usato), unite le alici che dovrete considerare cotte appena cambiano colore.

pasta-alici-e-piselli-3.jpg

Lessate un formato di pasta corta (in questo caso erano farfalle), e condite accompagnando il piatto con del pecorino siciliano grattugiato.

pasta-alici-e-piselli-4.jpg

Pomodori secchi sott’olio

Durante la stagione estiva con l’aiuto del nostro bel sole di Sicilia è facile poter essiccare i pomodori, basta tagliare i pomodori a metà e cospargerli di sale per poi esporli al sole coperti con un velo. In pochi giorni sono pronti per essere conservati. Per il loro consumo (sono ottimi antipasti e si prestano nella preparazione di svariate ricette) bisognerà seguire il procedimento che vado a illustrarvi, valido anche per i pomodori secchi conservati sottovuoto facilmente reperibili in commercio.

pomodori-secchi-sott'olio-1.jpgIngredienti:

  • pomodori secchi
  • aceto
  • olio extravergine di oliva
  • origano siciliano

 

pomodori-secchi-sott'olio-2.jpg

 

Portate a ebollizione 1 litro di acqua con 2 cucchiai di aceto ed immergete i pomodori

pomodori-secchi-sott'olio-3.jpg

lasciandoli bollire per 10 minuti a tegame coperto.

 

pomodori-secchi-sott'olio-4.jpg

Scolatele per bene e poi

pomodori-secchi-sott'olio-5.jpg

adagiatele in unico strato su carta assorbente

pomodori-secchi-sott'olio-6.jpg

quindi tamponatele con altra carta, poi riempite i barattoli aggiungendo origano e olio extravergine di oliva.

 

pomodori-secchi-sott'olio-7.jpg

 

Così preparati riacquisteranno morbidezza e si conserveranno a lungo purchè, ogni qualvolta che prelevate qualche pomodoro, abbiate l’accortezza di tenere i pomodori rimasti sempre coperti di olio.

 

Brasato di vitello

Affidatevi per l’acquisto della carne al vostro abituale rivenditore di fiducia che ha tutto l’interesse a fornirvi un  ottimo secondo taglio di carne. In questo caso la carne è risultata tenerissima anche perchè proveniva da un vitello piuttosto giovane.

Volendo velocizzare i tempi, la cottura potrà proseguire con pentola a pressione dopo la prima fase di preparazione, così facendo dovrete dimezzare il tempo di cottura.

Ingredienti:brasato-di-carne.jpg

  • 1 kg. carne vitello
  • 2 cipolle
  • 500 gr. pomodori
  • basilico
  • olio extravergine
  • sale

brasato-di-carne-1.jpg

 

Affettate le cipolle e fatele appassire a fuoco moderato.

brasato-di-carne-2.jpg

 

Aggiungete i tocchetti di carne, amalgamandoli alla cipolla

brasato-di-carne-3.jpg

 

fintanto che la carne cambia colore.

brasato-di-carne-4.jpg

 

Incorporate i pomodori (avendoli prima pelati e ridotti a pezzetti) e alcune foglie di basilico. Mescolate bene e fate continuare la cottura a fuoco lento per circa un’ora, a recipiente coperto.brasato-di-carne-5.jpg