Spaghetti al nero di seppia

spaghetti-al-nero-seppia-69Spaghetti al nero di seppia, un succulento piatto siciliano tipico della zona di Catania, una vera prelibatezza che nonostante l’aspetto tenebroso ha un suo fascino particolare legato sia al colore che al sapore. Una ricetta appetitosa che esalta con straordinaria fragranza il gusto delle seppie e del pomodoro dentro camuffato. Le ottime seppie sono quelle pescate nel golfo di Catania e che vengono vendute spesso ancora vive nella allegorica pescheria di Catania, luogo a cui i catanesi sono molto legati e che nessun turista può trascurare di andare a visitare. Lì si respira vita vera!

Per realizzare la ricetta è necessario disporre di una buona dose di nero racchiuso nella sacca che ogni seppia contiene poiché il nero è l’unica arma di difesa che possiede la seppia, e lo spruzza ogni qualvolta teme di essere attaccata oscurando così tutta la sua zona circostante.

Ho avuto il piacere insieme a Nicola di provare più volte l’emozione della pesca amatoriale delle seppie che va fatta in fondali sabbiosi bassi col mare calmo, per cui ho potuto visivamente seguire l’approccio della seppia con l’esca che altro non è che un gambero finto fornito di molteplici aculei metallici che va fatto scorrere sul fondale, per cui appena la seppia si avventa sulla preda basta strattonarla e tirarla fuori dall’acqua subendo uno spruzzo di nero quasi inevitabile.

Per la preparazione degli spaghetti al nero di seppia per 4 persone occorrono i seguenti ingredienti:

spaghetti-al-nero-seppia-2

  • 1 kg. seppie freschissime
  • 450 gr. spaghetti
  • un mazzetto cipollette
  • 100 cc vino rosso dell’Etna
  • peperoncino
  • 700 cc passata di pomodoro
  • sale q.b.
  • olio extravergine di oliva

Pulite le seppie facendo attenzione ad estrarre intere le vescichette che contengono il nero (preferite se possibile far estrarre le vescichette dal pescivendolo per evitare la dispersione del nero), rimuovete l’osso, la vescica marrone, il becco e gli occhi. Lavate le seppie sotto l’acqua corrente rimuovendo eventuale sabbia. Per tutta questa operazione sarà necessario munirsi di guanti da cucina per proteggere le mani.

Tagliate a rondelle le cipollette e ponetele in un tegame con 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, aggiungete i pezzi di seppia già puliti e fateli rosolare per qualche minuto, versate sulle seppie mezzo bicchiere di vino rosso che lascerete evaporare a fiamma vivace.

spaghetti-al-nero-seppia-41

spaghetti-al-nero-seppia-42spaghetti-al-nero-seppia-45

spaghetti-al-nero-seppia-50

Aggiungete la passata di pomodoro, qualche pezzetto di peperoncino e il sale occorrente. Coprite il tegame e fate cuocere a fuoco moderato per circa 15 minuti, dopodiché svuotate le vescichette lasciando cadere nel tegame il nero di seppia in esse contenuto. Mescolate con accuratezza e sempre a tegame coperto e fuoco moderato lasciate cuocere per circa altri 10 minuti, fino ad ottenere un sugo piuttosto denso.

spaghetti-al-nero-seppia-52

spaghetti-al-nero-seppia-55spaghetti-al-nero-seppia-63spaghetti-al-nero-seppia-64spaghetti-al-nero-seppia-65

Estraete dal sugo le seppie che verranno servite a parte, lasciando i piccoli tentacoli nel sugo col quale condirete gli spaghetti cotti al dente.

spaghetti-al-nero-seppia-70

Servite gli spaghetti al nero di seppia cospargendole con pecorino siciliano grattugiato.

spaghetti-al-nero-seppia-69spaghetti-al-nero-seppia-71spaghetti-al-nero-seppia-4

Gli spaghetti al nero di seppia saranno apprezzati fino a totale svuotamento del piatto!

Con questa ricetta partecipo al contest:

La Sicilia nel piatto del blog “Come mangio io” per il gruppo “Gli amanti della cucina siciliana”

la sicilia nel piatto

Mandarinetto

mandarino-042    Se avete la possibilità di disporre di mandarini verdi non trattati, possibilmente siciliani, vi consiglio di preparare questo eccellente e genuino mandarinetto da offrire molto freddo a fine pasto.

Questa ricetta differisce da quella del limoncello solo per la quantità di zucchero, ma il procedimento è lo stesso e la ricetta la trovate qui: http://lericettedinicola.myblog.it/2009/12/07/limoncello/

mandarinetto

Ingredienti:

1 lt. alcool buongusto 95°

1 lt. acqua oligominerale

650 gr. zucchero

12+12 mandarini verdi

 Con un coltello molto affilato prelevate la parte verde della buccia di 12 mandarini e lasciatela in infusione con 1 lt. di alcool buongusto 95° (quello indicato per preparare i liquori). Per 7 giorni dovrete di tanto in tanto agitare il contenitore che raccoglie bucce e alcool.

mandarinetto1

mandarinetto2

Allo scadere dei 7 giorni filtrate l’alcool e conservate le bucce che utilizzerete in seguito, al momento che preparerete lo sciroppo.

Prelevate la buccia verde di altri 12 mandarini che terrete in infusione nell’alcool filtrato, agitate saltuariamente il contenitore durante i 7 giorni successivi.

mandarinetto03Al 15° giorno preparate lo sciroppo con lo zucchero, l’acqua e le bucce estratte dall’alcool la prima e la seconda volta. Portate a ebollizione e lasciate riposare lo sciroppo.

mandarinetto5mandarinetto6mandarinetto7mandarinetto8Fate raffreddare lo sciroppo, filtratelo e aggiungetelo all’alcool.

mandarino o9

mandarino o10

Travasate nelle bottiglie il liquore ottenuto filtrandolo accuratamente. A distanza di una settimana filtrate nuovamente il liquore al mandarino e riponetelo in luogo fresco. Consiglio il consumo non prima di un mese dalla sua preparazione.

mandarino-030

mandarino-032

mandarinetto-039

Pasta con salsiccia e pomodorini (ricetta siciliana)

La pasta con salsiccia e pomodorini è un piatto improvvisato riuscitissimo che vi consiglio di provare. In dosi leggermente maggiorate può essere considerato piatto unico.

cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,

cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,

Ingredienti:

  • 320 gr. penne rigate
  • 150 gr. salsiccia
  • 300 gr. pomodorini
  • 1 cipolla
  • olive bianche
  • olive nere
  • 1/4 dado per brodo classico
  • basilico
  • 50 gr. parmigiano grattugiato
  • olio extravergine di oliva

Preparate tutti gli ingredienti: sbriciolate la salsiccia e affettate le olive denocciolate, pelate e riducete a pezzetti i pomodorini e tritate abbondante basilico.

cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,

cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,

In un tegame fate appassire, con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, la cipolla affettata sottilmente

cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,

Aggiungete la salsiccia sbriciolata e circa 250 cc di brodo classico che farete evaporare a fiamma vivace,

i pomodorini. il basilico e le olive. Completate la cottura a tegame coperto.

cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,

 cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,

cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,

Lessate la pasta, scolatela e mantecatela con il parmigiano grattugiato e con il condimento a base di salsiccia.

cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,

Servitela subito.

cucina,ricetta,ricette,primi piatti,primi piatti con carne,ricette fotografate,ricette siciliane,ricette cotto e mangiato,

Melanzane in agrodolce

 

 

Le melanzane in qualunque modo vengano preparate sono sempre molto appetibili, anche con questa semplice ricetta di melanzane in agrodolce.

cucina,ricetta,ricette,melanzane,pietanze in agrodolce,ricette con foto,ricette vegetariane,

Ingredienti:

cucina,ricetta,ricette,melanzane,pietanze in agrodolce,ricette con foto,ricette vegetariane,Melanzana

cipolle

olio extravergine di oliva

zucchero

aceto

sale

Tagliate a tocchetti la melanzana, cospargetela con sale per far perdere un poco di liquido di vegetazione.

Affettate la cipolla e ponetela in un tegame basso o in padella insieme a 3 cucchiai di olio extravergine di oliva e ai cubetti di melanzane.

 cucina,ricetta,ricette,melanzane,pietanze in agrodolce,ricette con foto,ricette vegetariane,

Fate appassire il tutto per qualche minuto, aggiustate di sale e proseguite la cottura con coperchio e a fiamma bassa, rigirando di tanto in tanto. Solitamente bastano 15 minuti di cottura.

cucina,ricetta,ricette,melanzane,pietanze in agrodolce,ricette con foto,ricette vegetariane,

 Definite la cottura aggiungendo 1 cucchiaio di zucchero e uno  o due di aceto, alzate la fiamma per far evaporare l’aceto.

cucina,ricetta,ricette,melanzane,pietanze in agrodolce,ricette con foto,ricette vegetariane,

cucina,ricetta,ricette,melanzane,pietanze in agrodolce,ricette con foto,ricette vegetariane,

Come per tutte le preparazioni in agrodolce, le melanzane in agrodolce vanno servite fredde.

cucina,ricetta,ricette,melanzane,pietanze in agrodolce,ricette con foto,ricette vegetariane,

Pesce d’uovo con fiori di zucca

cucina,ricetta,ricette,ricette con fiori di zucca,frittate,antipasti,ricette siciliane,ricette economiche

Alcuni fiori di zucca sono sufficienti per realizzare una deliziosa frittata, in questo caso poiché è arrotolata prende il nome di pesce d’uovo, per la forma che viene ad assumere.

Ingredienti per ogni pesce d’uovo:

  • 3 fiori di zucca
  • 2 uova
  • 30 gr. parmigiano
  • 1 cucchiaio pangrattato
  • sale q.b.

Lavate, asciugate i fiori di zucca e tagliateli sottilmente.

cucina,ricetta,ricette,ricette con fiori di zucca,frittate,antipasti,ricette siciliane,ricette economiche,

Sbattete 2 uova a cui aggiungerete il parmigiano, i fiori di zucca e infine il pangrattato.

cucina,ricetta,ricette,ricette con fiori di zucca,frittate,antipasti,ricette siciliane,ricette economiche,

cucina,ricetta,ricette,ricette con fiori di zucca,frittate,antipasti,ricette siciliane,ricette economiche,

cucina,ricetta,ricette,ricette con fiori di zucca,frittate,antipasti,ricette siciliane,ricette economiche,

cucina,ricetta,ricette,ricette con fiori di zucca,frittate,antipasti,ricette siciliane,ricette economiche,

Mescolate bene e dopo aver fatto riposare il composto per qualche minuto, versatelo in una padella antiaderente in cui avrete fatto riscaldare pochissimo olio.

Aiutandovi con due posate arrotolate poco per volta la frittata fino a completa doratura.

cucina,ricetta,ricette,ricette con fiori di zucca,frittate,antipasti,ricette siciliane,ricette economiche,

cucina,ricetta,ricette,ricette con fiori di zucca,frittate,antipasti,ricette siciliane,ricette economiche,

cucina,ricetta,ricette,ricette con fiori di zucca,frittate,antipasti,ricette siciliane,ricette economiche,

cucina,ricetta,ricette,ricette con fiori di zucca,frittate,antipasti,ricette siciliane,ricette economiche

cucina,ricetta,ricette,ricette con fiori di zucca,frittate,antipasti,ricette siciliane,ricette economiche