Risotto ai carciofi

La bontà di questo risotto premia il tempo dedicato alla sua preparazione. Il suo gusto deciso e contemporaneamente delicato viene esaltato in maniera magistrale, ve ne renderete conto assaggiandolo!

Ingredienti:risotto-ai-carciofi.jpg

  • 280 gr. riso basmati
  • 4 carciofi
  • 1 cipolla
  • 2 cucchiai olio di oliva
  • 1 noce di burro
  • 1/2 bicchiere vino bianco
  • 2 dadi brodo vegetale
  • 100 gr. parmigiano grattugiato

risotto-ai-carciofi.1.jpg

 

Preparate 1 litro di brodo vegetale utilizzando 2 dadi (non userete sale per questa ricetta) affinchè il brodo risulti abbastanza saporito.

 

risotto-ai-carciofi.2.jpg

 

Ponete sul fuoco una casseruola dove lasciare appassire in 2 cucchiai di olio, la cipolla e i cuori di carciofi affettati.

risotto-ai-carciofi.3.jpg

 

tenete il coperchio sul tegame affinchè il vapore sia di aiuto a rendere morbidi gli ingredienti.

 

risotto-ai-carciofi.4.jpg

 

A questo punto aggiungete il riso amalgamandolo bene,

 

 

risotto-ai-carciofi.6.jpg

 

quindi versate il vino e fatelo assorbire.

risotto-ai-carciofi.8.jpg

Procedete con la cottura aggiungendo di volta in volta un mestolo di brodo e mescolando spesso.

risotto-ai-carciofi.12.jpg

 

A fine cottura amalgamate dapprima con una noce di burro

 

 

risotto-ai-carciofi.13.jpg

 

e poi con il parmigiano grattugiato.

risotto-ai-carciofi.14.jpg

 

 

Decorate il piatto con fettine sottili di cuore di carciofo.

Sorbetto al limone

Non disponendo di una gelatiera, quello che indico è il procedimento per ottenere un delizioso sorbetto al limone. Ne preparo di solito una quantità pù o meno sufficiente ad affrontare la stagione estiva, quando la voglia di fresco si fa impellente, e vi assicuro che il mixer a immersione è un validissimo aiuto per dare al sorbetto la giusta sofficità. Ovviamente bisogna usare limoni freschi e non trattati per ottenere un prodotto genuino oltre che buono.

Ingredienti:sorbetto-limone.jpg

  • 800 gr. acqua
  • 250 gr. succo limone
  • 400 gr. zucchero
  • scorza grattugiata limone

sorbetto-limone-1.jpgPer velocizzare i tempi far sciogliere lo zucchero in metà acqua riscaldata, quindi aggiungere il resto dell’acqua (in modo da far scendere rapidamente la temperatura)

sorbetto-limone-2.jpgil succo di limone, filtrato attraverso un colino,

sorbetto-limone-3.jpge la scorza  grattugiata di un solo limone.

Mettere il composto in una vaschetta per gelati e appena raggiunge la temperatura ambiente passarlo in freezer.

sorbetto-limone-4.jpgDopo alcune ore, o comunque appena si sarà addensato, ammorbidire il composto nel suo contenitore, utilizzando un mixer a immersione e riporre nuovamente in freezer.

sorbetto-limone-5.jpg

 

A distanza di poche ore ripetere questa operazione, il sorbetto incorporando l’aria acquisterà volume e sofficità, dopodichè il sorbetto è pronto per sorbetto-limone-6.jpgessere servito specialmente in conclusione di un pranzo o una cena a base di pesce.

 

 

 

Macedonia di frutta

Preparare la macedonia di frutta è una mia passione, innanzitutto perchè adoro la frutta (cosa di cui non saprei mai fare a meno), e poi perchè ogni volta è diversa dovendola preparare con la frutta che offre la stagione. Mi piace assortire i colori, mi trasmettono buon umore. D’estate di solito la completo sovrapponendo del gelato al limone, e d’inverno aggiungendo del limoncello, naturalmente ed esclusivamente quello preparato da me.

Ingredienti:macedonia-di-frutta.jpg

Tutta la frutta di stagione disponibile. Per la quantità regolarsi in base al numero di persone a cui offrirla.

preparazione-macedonia-frut.jpgLavare e sbucciare la frutta

tagliare-macedonia-frutta.jpgTagliarla a dadini e per evitare che annerisca spremere un poco di limone sulla frutta man mano che questa viene riposta in una ciotola.

macedonia-frutta.jpgAggiungere zucchero e altro succo di limone, mescolare con delicatezza e tenerla in frigo o in luogo fresco fino al momento di macedonia-frutta-..jpgservirla nelle apposite coppette.

 

Strozzapreti ai carciofi e pancetta

Prendendo spunto da una ricetta data sul programma televisivo Uno mattina, Nicola ha ottenuto un ottimo risultato. Naturalmente è stata usata pasta fresca, che è molto più gradevole rispetto a quella secca. La pancetta viene alleggerita dalla presenza dei carciofi e il risultato finale? Bisogna mangiarla per capire!

 

strozzapreti.jpgIngredienti:

  • 400 gr.strozzapreti
  • 6 carciofi
  • 200 gr. pancetta
  • 1 spicchio aglio
  • 1/2 bicch.vino bianco

strozzapreti-pancetta-e-car.jpg

  • prezzemolo
  • olio e.v.o.
  • sale

Pulire i carciofi privandoli di tutte le foglie, affettare sottilmente il cuore dei carciofi tenendole a bagno in acqua acidulata con succo di limone per evitare che si anneriscano.

strozzapreti-pancetta-carci.jpgIn padella con pochissimo olio dorare i cubetti di pancetta insieme allo spicchio d’aglio.

strozzapreti-pancett-e-carc.jpgAggiungere le fettine di cuore di carciofo ben sgocciolate e attendere che questi si ammorbidiscano a padella coperta,

strozzapreti-pancett-carcio.jpgquindi versare in padella 1/2 bicchiere di vino bianco, aumentando la fiamma affinchè il vino possa evaporare. Aggiustare di sale solo se occorre, spesso l’uso della pancetta preclude l’uso del sale.

A fine cottura aggiungere del prezzemolo tritato.

strozzapret-pancetta-e-carc.jpgLessare gli strozzapreti in acqua salata, e appena raggiunta la cottura, scolarli e versarli in padella facendoli amalgamare al condimento per un minuto, a fiamma bassa.

strozzapreti-ai-carciofi.jpgServire subito, insieme a parmigiano grattugiato, e buon appetito!

 

Ananas

ananas 019.jpg
L’ananas è un frutto coltivato nelle regioni tropicali, molto diffuso perchè allo stato fresco i frutti raggiungono tutto il mondo.

E’ una pianta che produce infruttescenze “pine” con un caratteristico ciuffo di foglie all’apice, di peso variabile da uno a dieci kg., e dalla polpa giallastra , ricca di succo profumato.

Si trova in commercio sia fresco che in scatola, apprezzato per il suo sapore caratteristico dovuto al suo contenuto in zucchero, acidi organici, vitamine A, B, C. Il succo fresco è ricco di un enzima dalle caratteristiche simili a quelle della pepsina dello stomaco, in grado di demolire le carni, per questo l’ananas è indicato come  contorno agli arrosti. Questo enzima (la bromelina) ha applicazioni come antinfiammatorio e antiedematoso.

L’ananas fresco si prepara affettandolo ed eliminando la scorza e la parte centrale, legnosa e immangiabile.

Si consuma tal quale o misto ad altra frutta (macedonie di frutta). E’ utilizzato per arricchire le insalate, per la preparazione di piatti particolari e di numerosi dolci.